La lettiera non deve fungere soltanto da letto ma deve anche soddisfare le corrette funzioni igieniche. Come molti studi hanno già dimostrato in maniera impressionante tutto dipende fortemente dalla routine di manutenzione della stalla.

I processi di trasformazione batterica si occupano che l’urina che si deposita sulla lettiera nel lungo periodo sviluppi un pungente odore di ammoniaca, questo non è fastidioso solo per le persone ma ad alti livelli è anche nocivo per i nostri cavalli. L’ammoniaca infatti irrita le vie respiratorie e contribuisce allo sviluppo di danni ai polmoni. Una delle caratteristiche più importanti è senza dubbio la capacità di assorbire l’umidità, l’assorbenza ha infatti un ruolo fondamentale nella prevenzione della formazione di muffe e ammoniaca. Spesso l’assorbenza viene rappresentata con il peso netto del truciolato, ma questo valore da solo non è significativo, perché il peso dipende dall’assorbenza. Nel caso del pellet da stalla AMECO l’assorbenza è ritardata, di conseguenza l’urina scorre prima verso il basso e poi viene assorbita. Così l’urina non entra quasi affatto in contatto con l’ossigeno e la formazione di ammoniaca non avviene. In più un buon pellet dovrebbe anche essere in buona parte senza polvere, perché anche la presenza costante di polvere può portare a disturbi delle vie respiratorie. La manutenzione giornaliera della lettiera deve essere pratica e semplice e naturalmente deve procurare i proprietari dei cavalli e al personale della stalla il meno lavoro possibile, per questo motivo è importante che la lettiera pulita si separi facilmente dagli escrementi dei cavalli.

Nella scelta della lettiera migliore si tengono in considerazione i rapporti di molti fattori ottimali, che spesso sono anche in contrasto. Assorbenza / Assorbimento, assenza di polveri, manutenzione semplice della lettiera, la possibilità di compostaggio e ultimo ma non meno importante il risparmio, cioè il consumo e i costi.